avviso

Alcune immagini contenute in questo blog sono state reperite dalla rete, ove non espressamente indicato il diritto di autore.
Tuttavia, se qualcuno rivendicasse diritti di proprietà, può segnalarlo al mio indirizzo e-mail: provvederei alla immediata rimozione delle immagini stesse.
Lo scorpioncino a destra è stato disegnato da Nicoletta Costa dalla quale ho avuto autorizzazione alla pubblicazione.


martedì 5 dicembre 2017

Il Calendario dell'Avvento quarta edizione

Cinque dicembre, Calendario dell'Avvento 2017, promosso per il quarto anno consecutivo da Sciarada del blog Anima Mundi.


Un affettuoso grazie a Sciarada per la passione, l'impegno e il tempo profusi in questa ormai tradizionale iniziativa.

Un caro saluto a tutti compagni di viaggio.


Condivido con voi la lettura di una poesia di Boris Pasternak:

Era pieno inverno
Soffiava il vento nella steppa
E aveva freddo il neonato nella grotta
Sul pendio del colle

L'alito del bue lo riscaldava
Animali domestici
stavano nella grotta
sulla culla vagava un tiepido vapore

Scossi dalle pelli le paglie del giaciglio
e i grani di miglio
dalle rupi guardavano
assonnati i pastori gli spazi della mezzanotte.

Lontano, la pianura sotto la neve, e il cimitero
e recinti e pietre tombali
e stanghe di carri confitte nella neve,
e sul cimitero il cielo tutto stellato.

E lì accanto, mai vista sino allora,
più modesta d'un lucignolo
alla finestra d'un capanno,
traluceva una stella sulla starda di Betlemme. -
"La stella di Natale"



Siamo abituati alla stella di Betlemme come a qualcosa di grandioso e straordinario che sovrasta la luce delle altre stelle del firmamento. Tale appare nei nostri presepi e nelle luminarie natalizie.


Qui si parla di una stella piccola, più modesta di un lucignolo. E fu proprio quella stella a guidare i magi nella grotta di Betlemme.

Quante notti di ricerca, quanto studio da parte di questi dotti per rintracciare quella stella più modesta di un lucignolo, e quante insidie affrontarono, dopo averla individuata, durante il lungo viaggio in groppa ai loro cammelli.

Tracciare il proprio Cammino non è cosa scontata; è impegno, buona volontà, coraggio, divergenza, rischio. E' cammino inarrestabile che dura tutta la vita.

In questo senso lo spirito del Natale si rinnova ogni nuovo giorno.

Buon Cammino a tutti!


Passo il testimone a Sciarada che ci attende nel suo blog per la sesta finestra.



27 commenti:

  1. Solo camminando potremo lasciare le tracce.
    Buon cammino a te.

    RispondiElimina
  2. Immagina che è la stessa poesia che avevo scelto per il mio secondo post al Calendario !!! Mi sa che la cambierò !!!!
    Molto bella la tua riflessione che condivido. Un Saluto. Mi sono iscritta ai tuoi follower. Ciaoooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo a volte succede di affidarsi alle stesse poesie o agli stessi scritti, è capitato anche a me e ad Antonella, noi avevamo scelto di pubblicare entrambe il pezzo, ma in quel caso non facevano parte del calendario.
      Un abbraccio e buon cammino!

      Elimina
    2. Sai Mirtillo, puoi tranquillamente non cambiarla. Sicuramente tu hai colto altri spunti di riflessione.
      Ogni lettore riscrive per così dire, qualunque testo, in base al suo mosaico interiore. Grazie e buon Avvento.

      Elimina
    3. Ciao Sciarada, non c'è problema, ho cambiato poesia. Ne ho scelta un'altra che mi piace molto. Ciaoooo

      Elimina
  3. Sì in effetti si tratta di un cammino difficile e impegnativo, bisogna prima trovarlo e poi tracciarlo percorrendo anche le svariate vie traverse che incontriamo.
    Buon cammino a te Graziana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sciarada, anche a te. Un abbraccio.

      Elimina
  4. Non amo Pasternak come scrittore e quindi non lo conoscevo come poeta, Notevole però questa poesia.
    Buon Avvento a tutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie. E' molto più lunga la poesia. Ci sono descrizioni particolareggiate degli ambienti della steppa dove sono ambientate le scene. Ho scelto solo la prima parte che era per me quella più idonea allo scopo.

      Elimina
  5. Mettiamoci in cammino ( ed un pochino in gioco) per un altro Natale, guidati da una luce modesta ma persistente, lungo il sentiero della vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bello il tuo pensieto. "Modesta ma persistente." Grazie Costantino.

      Elimina
  6. Problematica la strada con le dovute soddisfazioni. Buon cammino.

    RispondiElimina
  7. Amo più la tua riflessione della pur bella poesia che dipinge qualcosa di noto... le tue righe sono invece inedite e le ho apprezzate molto.

    RispondiElimina
  8. Una stella grande abbaglia e non fa vedere il cammino, una stella piccola modesta come un lucignolo illumina il cammino e non ti fa perdere.
    Buon cammino a tutti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bella riflessione ... Grazie ...

      Elimina
  9. Cercare la propria strada,iniziare il proprio percorso di vita non è facile.Aiuta il silenzio,la riflessione e quella piccola tenue luce che non distrae ma c'è quando il percorso diventa accidentato e difficile.Buon cammino a tutti noi,con una piccola stella compagna di viaggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Confortanti anche le tue parole, Chicchina, Grazie mille!

      Elimina
  10. Anche i cammini più ardui si possono affrontare se hai una stella che ti guida ed un obbiettivo da raggiungere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh... Qual buon vento ti ha portato sin qui, caro Folletto. Vero, verità apparentemente semplice, e forse effettivamente tale, ma nella vita di ogni giorno finiamo distratti da mille incombenze.

      Elimina
  11. Grazie per la tua visita e per il tuo apprezzamento. Auguri e saluti.

    RispondiElimina