avviso

Alcune immagini contenute in questo blog sono state reperite dalla rete, ove non espressamente indicato il diritto di autore.
Tuttavia, se qualcuno rivendicasse diritti di proprietà, può segnalarlo al mio indirizzo e-mail: provvederei alla immediata rimozione delle immagini stesse.
Lo scorpioncino a destra è stato disegnato da Nicoletta Costa dalla quale ho avuto autorizzazione alla pubblicazione.


venerdì 11 gennaio 2013

Preghiera di Gennaio

Al 14° anniversario della morte di Fabrizio De André, mi piace ricordarlo con questa accorata preghiera che implora la pietà di Dio, verso i peccatori ritenuti imperdonabili.
Dedicata all' amico Luigi Tenco, morto suicida. Il testo fu scritto nel lontano "67, con coraggio e coerenza.

 Oggi, si spegne la "Signora del teatro italiano", personaggio altrettanto determinato e coerente, entrambi unici e imparagonabili; genovese il primo, genovese di adozione la seconda.

 

Altri testi di De André da me citati nell' anniversario della morte:

gennaio 2012

gennaio 2011

gennaio 2009

8 commenti:

  1. Ero adolescente, di quel long-playing ricordo in particolare La ballata degli impiccati, che ad ogni ascolto mi entrava dentro senza che sapessi spiegarne il perché con la ragione. Sentivo, lo sentivo, era purissimo sentimento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Giorgio, questo è l' effetto che la musica di De André suscita anche in me. Grazie e a presto!

      Elimina
  2. Due artisti meravigliosi, che resterenno per sempre nei nostri cuori.
    Bellissima e struggente questa poesia "preghiera"....
    Ti auguro una lieta serata, cara Graziana!
    Un dolce abbraccio
    Luci@

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Luci@ carissima, sia una lieta serata anche per te.

      Elimina
  3. Arte "espressione dell'essere non umano"...
    P.S.
    Il Signor Carunchio, in confidenza Gennarino, lo ricordo animare una parte della mia infanzia ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sì ... lo ricordo anch' io :D
      Saluti!

      Elimina
  4. Due grandi icone del nostro tempo.
    Rimarranno sempre nei nostri cuori.Ciao Graziana
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maurizio, grazie per la visita e per il commento.

      Elimina