avviso

Alcune immagini contenute in questo blog sono state reperite dalla rete, ove non espressamente indicato il diritto di autore.
Tuttavia, se qualcuno rivendicasse diritti di proprietà, può segnalarlo al mio indirizzo e-mail: provvederei alla immediata rimozione delle immagini stesse.
Lo scorpioncino a destra è stato disegnato da Nicoletta Costa dalla quale ho avuto autorizzazione alla pubblicazione.


mercoledì 15 novembre 2017

Arca di Noè cercasi

E' abbastanza inquietante essere circondati da una pioggia a tratti anche torrenziale per un giorno e una notte e che ancora perdura.

Una cosa bella c'è: essendomene concessa la possibilità, non corro!
Tempi distesi per preparare le crepes per colazione, di sfaccendare senza l'assillo dell'orario.


domenica 16 aprile 2017

Rinascere sempre ...

Cambiano le parole, ma l'augurio è sempre quello. Che rinascita sia! Sempre, incessantemente. Ascolatata in chiesa dopo l'omelia.

domenica 2 aprile 2017

Aprile

Con giorni lunghi al sonno dedicati
il dolce Aprile viene, 

quali segreti scoprì in te il poeta che ti chiamò crudele,
che ti chiamò crudele... 

Ma nei tuoi giorni è bello addormentarsi
dopo fatto l'amore, 

come la terra dorme nella notte
dopo un giorno di sole, dopo un giorno di sole... 


La canzone dei dodici mesi - Francesco Guccini

venerdì 31 marzo 2017

Gufi, barbagianni, assioli, ma non rapaci


"La notte fa il suo gioco e serve anche a quello, a far sembrare tutto, tutto un po' più bello"

"Parlare in una macchina davanti a un portone ed alle quattro e mezzo fare colazione con i cornetti caldi e il caffelatte e quando sorge il sole dire buonanotte "

Sono operativa il giorno; di notte ricarico le pile, amo l'alba, ma dopo una notte di sonno ristoratore.Però la vita notturna ha il suo fascino.

mercoledì 29 marzo 2017

10 anni di blog



Dieci anni e un mese in verità. Dieci anni di conoscenze e di conoscenza, di approfondimenti, di amicizie, di bella gente. Grazie a tutti! Tanto tempo, ma in realtà un soffio!!!

Francesco Guccini - Canzone di notte



Cercando canzoni per la notte utili per animare una rappresentazione dei miei alunni,
"Il gufo che aveva paura del buio", mi imbatto in questo splendido pezzo che non conoscevo. Nota dissonante rispetto a quel che cerco, ma sicuramente i coabitanti del mio domicilio dovranno rassegnarsi ad ascoltarla a pressione per una settimana almeno.

Condivido questo attimo della mia vita privata e lavorativa per salutarvi tutti.

Vi voglio bene, anche se assorbita dal vortice degli impegni.

Condivido briciole, per non eclissarmi nel silenzio.