avviso

Alcune immagini contenute in questo blog sono state reperite dalla rete, ove non espressamente indicato il diritto di autore.
Tuttavia, se qualcuno rivendicasse diritti di proprietà, può segnalarlo al mio indirizzo e-mail: provvederei alla immediata rimozione delle immagini stesse.
Lo scorpioncino a destra è stato disegnato da Nicoletta Costa dalla quale ho avuto autorizzazione alla pubblicazione.


lunedì 8 dicembre 2014

8 dicembre

Questa festa cristiana ci introduce alla piena atmosfera natalizia.

Io la sento nell'aria ancor prima dell'Avvento liturgico:quando la luce solare si attenua, quando il buio ha il sopravvento sulle ore di luce ... 
Ma, quella mancanza di luce solare, che tanto viene biasimata, dovrebbe essere ampiamente compensata dall' avanzare della luce interiore: il godere dell' intimità della propria dimora, del raccogliersi con familiari e amici intorno alle caldarroste o ad una ciambella di noci e cioccolato ... E' il momento dei tempi distesi, propedeutici al dialogo, alla relazionalità ...

E' l' inizio dell' Avvento, l' andare incontro alla Luce per eccellenza ... 

Noi vi siamo pienamente immersi.



4 commenti:

  1. Ciao Graziana, mi sembra di essere li anch'io vicino al camino aspettando la mezzanotte Santa
    un caro amichevole saluto

    Tiziano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tiziano, grazie della visita e benvenuto tra queste pagine.

      Elimina
  2. E' una riflessione che condivido, la luce interiore cresce e si amplifica quando quella solare diminuisce e il furore dei giorni d'estate, che ti spingono verso l'esterno, si è attenuato, è un ritorno all' anima che ha la necessità di mettere armonia dentro se stessa e di gustarsi il dolce tepore che ne deriva; bacio !

    RispondiElimina
  3. Mamma mia Sciarada ... Mi aiuti a capire quello che io stessa penso , ma non ho saputo esprimere come mirabilmente hai fatto tu. Un bacio anche a te, cara amica!

    RispondiElimina