avviso

Alcune immagini contenute in questo blog sono state reperite dalla rete, ove non espressamente indicato il diritto di autore.
Tuttavia, se qualcuno rivendicasse diritti di proprietà, può segnalarlo al mio indirizzo e-mail: provvederei alla immediata rimozione delle immagini stesse.
Lo scorpioncino a destra è stato disegnato da Nicoletta Costa dalla quale ho avuto autorizzazione alla pubblicazione.


domenica 30 maggio 2010

L' ignavia cos' è e chi è l' ignavo?

Ignavo è colui che lasciò libero Barabba e permise la condanna a morte di Cristo, ben sapendo della sua innocenza.

L’ ignavo è colui che si lava le mani di fronte a una questione importante a un dilemma serio: non si pronuncia, così resta indenne e pulito, qualunque cosa accada.

E’comunque attentissimo, ascolta tutti, è superinformato, ma lascia che tutto scivoli via dalla sua persona senza lasciare traccia, lascia semplicemente fare agli altri, malcelandosi dietro le mentite spoglie della mitezza e della finta superiorità …

Nel terzo canto dell’ Inferno Dante ce li fa incontrare nell’ antinferno: essi, per il Vate non sono degni neppure di stare tra i dannati e tra loro colloca anche la schiera di quegli angeli che non furono ribelli a Dio e neppure a lui fedeli, "ma per sé fuoro" .

Quest’ ultima definizione a me provoca i brividi lungo la schiena: sono coloro che non si mettono in gioco, preservandosi da ogni sorta di errore, intenti a salvaguardare solo sé stessi; sono la crisalide seppellita nel bozzolo ormai cementato dell' egoismo più deleterio.

Ma leggiamoci un pezzo della Divina Commedia, che fuor dai banchi scolastici è ancora più bella!

E io ch'avea d'error la testa cinta,
dissi: "Maestro, che è quel ch'i' odo?
e che gent'è che par nel duol sì vinta?".

Ed elli a me: "Questo misero modo
tegnon l'anime triste di coloro
che visser sanza 'nfamia e sanza lodo.

Mischiate sono a quel cattivo coro
de li angeli che non furon ribelli
né fur fedeli a Dio, ma per sé fuoro.

Caccianli i ciel per non esser men belli,
né lo profondo inferno li riceve,
ch'alcuna gloria i rei avrebber d'elli".


(Lasciam perdere la pena inflitta dalla legge del contrappasso ...)
Insomma sono mischiati a quel cattivo coro di angeli egoisti, non ribelli a Dio ma neppur fedeli.
Essi infatti, offuscherebbero la bellezza del paradiso, ma nello stesso tempo farebbero vantare gli altri dannati che penserebbero d'esser migliori di loro: ergo, sono peggiori di tutti gli altri dannati, secondo Dante!

Di questo popolo, ne incontriamo a iosa lungo tutte le vie e sentieri: sono certa che agli occhi di ogni lettore si sta materializzando l' immagine di qualcuno ... Seconda parte

6 commenti:

  1. Hai perfettamente ragione...La divina Commedia, fuori dai banchi scolastici, è ancora più bella! E non solo la Divina Commedia.

    RispondiElimina
  2. Quando si legge e si approfondisce senza costrizione, tornando magari sui propri passi, si scorge nuova conoscenza e nuova bellezza: quella che sa di libertà...

    Saluti

    RispondiElimina
  3. Completamente daccordo con Evergreen

    RispondiElimina
  4. Benvenuto Blueboy,Grazie per la tua presenza.

    RispondiElimina
  5. nel xx secolo il mondo e' diviso in buoni Cattivi e Ignavi
    io sono un Cattivo DICHIARATO e Invidio i Buoni,ma odio gli Ignavi e quando ne incontro uno o più li tratto solo come posso IO posso fare da Cattivo.
    p.s scusate lo sfogo ma cercando un modo per descrivere alcune persone in un "post" mi sono imbattuto nei vostri commenti e me ne sono appropriato.
    un cordiale saluto da Un cattivo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuto Fra Man. Innanzi tutto un Cattivo Dichiarato, per me, non è sicuramente un cattivo :-) . Ha dalla sua parte la franchezza: e questo rende scomodi e forse malvisti ai "benpensanti". Grande pregio ... I Buoni, mah... neanche nella bontà assoluta credo. Si è buoni nella misura in cui si opera per il bene altrui ... E questo avviene per numerose e misteriose vie ... L'ignavo no, quello m'indigna. Scrissi questo post ispirato da un comportamento reiterato osservato sul posto di lavoro. Questo post è il più letto, ben 7380 visite, pur essendo questo blog poco aggiornato e poco frequentato. Se ti sono stata utile in qualche modo sono contenta. Mi piacerebbe conoscere meglio la rotta che ti ha condotto qui e il post di cui parli. Sono curiosa. Buona domenica!

      Elimina