avviso

Alcune immagini contenute in questo blog sono state reperite dalla rete, ove non espressamente indicato il diritto di autore.
Tuttavia, se qualcuno rivendicasse diritti di proprietà, può segnalarlo al mio indirizzo e-mail: provvederei alla immediata rimozione delle immagini stesse.
Lo scorpioncino a destra è stato disegnato da Nicoletta Costa dalla quale ho avuto autorizzazione alla pubblicazione.


venerdì 1 gennaio 2010

Obiettivi del Nuovo Anno

Un' ora di seria riflessione.
Mi sono alzata presto, come sempre, nonostante l' ora tarda di ieri sera.

1° Obiettivo: eliminare definitivamente il sovrappeso.
  • Pesare almeno 12 chili in meno a fine anno
    (se non mi prendo cura di me stessa nei prossimi 5 anni potrei essere colpita da infarto del miocardio o da ictus cerebrale considerata l' ipertensione da sovrappeso)
2° obiettivo: tutelare il denaro dalle spese superflue
  • Risparmiare. Fare la spesa al supermercato con i contanti. Limitare l' uso del bancomat solo ad altri generi. L' uso indiscriminato del bancomat comporta spese superiori al fabbisogno e a un consumo eccessivo. Il denaro risparmiato diventa disponibilità economica per ciò che più sta a cuorre

    3° obiettivo: aver cura del proprio tempo



  • Evitare di entrare in Facebook o nei blog al mattino. Riservare le scorribande per la rete a fine serata o comunque a conclusione dgli impegni stabiliti.

4° obiettivo: concludere gli impegni assunti
  • Portare a termine gli studi universitari
    i decreti gelmini hanno spazzato ogni sorta di motivazione, sarebbe logico mandare a maravalle gli esami che mi restano, considerati gli impegni che ho e quello che mi costano in termini di tempo. Ma non amo interrompere un cammino ... Non fa bene alla considerazione che ho di me. Allora tirare dritto...


  • Evitare ogni forma di attività di formazione(a parte quelle organizzate dalla mia scuola e l' autoformazione informale) che comportano scadenze e impegni. Il tempo impiegato ci sottrae a qualcos' altro ... Ne vale proprio la pena?
    L' impegno comporta assunzione di responsabilità: valutare sempre dove vado a parare. Senza questo tipo di chiarezza evitare ogni sorta di iniziativa.

    La priorità del 2010 saranno i miei affetti : da quando i figli sono maggiorenni ho desiderato prendermi soddisfazioni di tipo professionale. Non ne vale sempre la pena ... Meglio un ciambellone alle 6 del mattino erogatore di fragranti coccole, andare più spesso a trovare la zia Anna (94 anni) che aspetta il mio arrivo come un dono del cielo, i miei vicini di casa di Civitella che sono preoccupati per la mia non presenza... Curare il contatto con amici e colleghi che non vedo più quotidianamente ma con i quali ho avuto un rapporto significativo ... Riflettere sul senso ... Già...questo è il punto...


  • Ah...Dimenticavo...Spegnere il cellulare, staccare il telefono e non rispondere al citofono la vigilia e l' antivigilia di Natale, divulgando il proposito a tutti coloro che in quei giorni potrebbero cercarmi...

Oggi so che ho fatto bene a sacrificare la carriera alla famiglia: in barba ai passaggi di ruolo. Questo vale anche oggi!!! Mi riprendo i miei alunni della scuola primaria, me li voglio curare come so fare e voglio stare bene con loro. Un' esperienza ricca e capitalizzata sarà la base per cercare quelle sfide che tanto soddisfano, nonostante mariastella gelmini..

post 1° gennaio 2008 post 1° gennaio 2009

Nessun commento:

Posta un commento