avviso

Alcune immagini contenute in questo blog sono state reperite dalla rete, ove non espressamente indicato il diritto di autore.
Tuttavia, se qualcuno rivendicasse diritti di proprietà, può segnalarlo al mio indirizzo e-mail: provvederei alla immediata rimozione delle immagini stesse.
Lo scorpioncino a destra è stato disegnato da Nicoletta Costa dalla quale ho avuto autorizzazione alla pubblicazione.


martedì 1 dicembre 2015

Il focolare dell'anima 2015 - Calendario dell'Avvento - Seconda edizione

Con questo post apro la prima finestra  del
"Focolare dell' anima", il  Calendario dell'Avvento ideato dall'amica Sciarada del blog "Anima Mundi" e arrivato alla seconda edizione. A lei il mio profondo grazie per avermi nuovamente coinvolta alla sua singolare iniziativa



Che dire!? Le dita si muovono impacciate di emozione in quanto percepiscono dietro il monitor presenze familiari ed arricchenti dopo un anno che in verità a me è  sembrato un soffio. Carissimi: il nostro ritrovarci è un regalo della Vita! Ed è emozionante scorrere nuovi nomi, nuove presenze...
E il Focolare si allarga e si irradia di nuova Luce ...


Il mio pensiero corre ad Alessandro ...
Ciao piccolo Angelo; ti cercherò nel sorriso e negli sguardi sospesi dei miei 20 alunni di prima quando oggi leggerò loro una leggenda che animerà  il nostro Natale scolastico.
La nostra attesa comincia così,
mentre la tua è inondata di Luce piena che è per noi
Mistero e Speranza.


Narra la leggenda che quando Gesù stava per venire al mondo, un gran fermento pervadeva la natura; persino tra le piante c'era una fervida attesa. Si sentivano partecipi e si industriavano per accogliere degnamente il Divino Bambino.

Quando gli angeli diffusero la notizia della nascita di Gesù, non solo i pastori e i Re Magi, ma anche alcune piante decisero di donare qualcosa al Bambinello.


- Donerò il mio ramo più bello per cullare dolcemente il Bambino - comunicò una maestosa pianta agli altri alberi.

- Io spremerò i miei frutti, verserò il mio olio in un'ampollina e la donerò a Gesù. Sarà un prezioso balsamo per la sua pelle rosea e delicata - questo fu il dono dell'olivo.

- E io?! - disse l'abete - Cosa donerò io al divino Bambino??

- Nulla: tu non hai nulla da donare! I tuoi aghi pungerebbero Gesù!

A quelle parole l'abete diventò triste e pianse tutte le sue lacrime.

Ma gli Angeli del cielo udirono il suo pianto e s'impietosirono e, per consolarlo, presero le stelle e le poggiarono sui suoi rami.
Anche la stella cometa si poggiò sulla sua punta.

L'abete diventò splendente e illuminò tutta la capanna.

Da allora ogni anno l'abete illumina case, strade, città.



A tutti un saluto e un abbraccio. Aprirò con trepida attesa le vostre finestrelle e vi seguirò con lo stupore di una bambina.
Buon Avvento!


Passo il testimone a "Gianna ... il bene in noi".


Una piccola sorpresa per i piccoli di casa: clicca sul pacco ;-)
E... Mi raccomando: ad opera finita, pigia l'interruttore vicino la finestra per creare l'atmosfera :-)

47 commenti:

  1. Il sorriso di Ale ci accompagnerà ed accompagnerà la sua mamma, insegnante anche lei, che assieme al suo papà ed alla sorellina Claudia lo hanno tenuto per mano con forza ed amore immensi.
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La forza e il coraggio dei bambini è qualcosa di prodigioso. Sono loro ad sostenere ed a orientare gli adulti nel difficile momento. grazie a te e lieta di conoscerti.

      Elimina
  2. Estate 2014. Dopo un'intera mattinata trascorsa in riva al mare ci ritroviamo tutti insieme a casa di zio Piero. Zia Laura ha preparato le cozze e tu, con le guance arrossate dal sole e il sale sulla pelle, in piedi vicino al tavolo, le mangi con gusto, tra una corsa e l 'altra. Non riesci a smettere... ti piacciono troppo! Io ti osservo e penso che sei proprio un bambino meraviglioso e che se l'estate avesse un volto sarebbe il tuo.
    Alessandro, io voglio ricordarti così!!!

    RispondiElimina
  3. Estate 2014. Dopo un'intera mattinata trascorsa in riva al mare ci ritroviamo tutti insieme a casa di zio Piero. Zia Laura ha preparato le cozze e tu, con le guance arrossate dal sole e il sale sulla pelle, in piedi vicino al tavolo, le mangi con gusto, tra una corsa e l 'altra. Non riesci a smettere... ti piacciono troppo! Io ti osservo e penso che sei proprio un bambino meraviglioso e che se l'estate avesse un volto sarebbe il tuo.
    Alessandro, io voglio ricordarti così!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Splendido ritratto di un bimbo meraviglioso,Mimma. Grazie.

      Elimina
  4. Caro Ale quest'anno i nostri abeti saranno illuminati dalla luce più bella mai esistita...la tua!
    Andrea

    RispondiElimina
  5. Ed io ... nel cuore vedo Alessandro circondato dai tuoi alunni mentre sorride e ascolta.
    Grazie amica mia e buon Avvento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, l'ho considerato presente per tutta la mattinata, Sciarada. Ho sistemato perfino un banco con la sedia in mezzo a loro figurandomi un interlocutore straordinario. Buon Avvento anche a te.

      Elimina
  6. Alessandro sarai sempre nel cuore e nell'anima dei tuoi cari...ora sei un angelo meraviglioso.

    Bel post, Graziana, e buon Avvento a te !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gianna. Condivido il tuo pensiero. A presto!

      Elimina
  7. La morte non è niente.
    Sono solamente passato dall’altra parte: è come fossi nascosto nella stanza accanto.
    Io sono sempre io e tu sei sempre tu.
    Quello che eravamo prima l’uno per l’altro lo siamo ancora.
    Chiamami con il nome che mi hai sempre dato, che ti è familiare;
    parlami nello stesso modo affettuoso che hai sempre usato.
    Non cambiare tono di voce, non assumere un’aria solenne o triste.
    Continua a ridere di quello che ci faceva ridere,
    di quelle piccole cose che tanto ci piacevano quando eravamo insieme.
    Prega, sorridi, pensami!
    Il mio nome sia sempre la parola familiare di prima:
    pronuncialo senza la minima traccia d’ombra o di tristezza.
    La nostra vita conserva tutto il significato che ha sempre avuto:
    è la stessa di prima, c'è una continuità che non si spezza.
    Perché dovrei essere fuori dai tuoi pensieri e dalla tua mente, solo perché sono fuori dalla tua vista?
    Non sono lontano, sono dall’altra parte, proprio dietro l’angolo.
    Rassicurati, va tutto bene.
    Ritroverai il mio cuore, ne ritroverai la tenerezza purificata.
    Asciuga le tue lacrime e non piangere, se mi ami: il tuo sorriso è la mia pace.
    Un altro giorno con Ale.
    Katia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Messaggio carico di Luce e di serenità. Grazie per averlo condiviso, Katia.

      Elimina
  8. Un pensiero vero e sincero possiamo donare ad Alessandro, questo è concesso a noi e ci mettiamo il nostro affetto.
    Buon Avvento Graziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Negus Reale. Concordo pienamente. Lieta di conoscerti.

      Elimina
  9. Alessandro non ti ho visto molto ma ho di te un ricordo bellissimo, eri tra le braccia della tua mamma e ciucciavi il latte tenendola stretta stretta...arrivederci Angelo meraviglioso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tenerissima immagine. Grazie Caterina e benvenuta tra queste pagine.

      Elimina
    2. Un piacere indescrivibile il mio..

      Elimina
  10. Alessandro non ti ho visto molto ma ho di te un ricordo bellissimo, eri tra le braccia della tua mamma e ciucciavi il latte tenendola stretta stretta...arrivederci Angelo meraviglioso!

    RispondiElimina
  11. Il mio pensiero va a Mamma, Papà e Sorellina ed ai loro sorrisi che non potranno trovare sfogo.
    Non esistono parole per spiegare, ma le parole sincere possono almeno accompagnare, anche se non sappiamo dove.
    Se i viaggi si intraprendono in compagnia non è la meta che deve preoccupare: speriamo di poter prendere per mano questa Famiglia con le nostre parole, i nostri pensieri, le nostre storie.
    Ciao Alessandro, non ti conoscevo ... anzi, forse si!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già Folletto; le parole possono accompagnare, sostenere, sciogliere il gelo. Tu che vivi diversamente da me tra i bambini, tu sì, tu conoscevi Alessandro ... Grazie Folletto per esserCI.

      Elimina
  12. Ciao dolcissimo tenero angioletto mai potremmo dimenticare il tuo sorriso bellissimo e il tuo volto sereno che dona gioia a chi lo guarda. Sei stato un campione di coraggio e determinazione...ora splendi luminoso nel cielo in mezzo agli altri angeli.
    Ti avremo sempre nei nostri cuori. Luciano Maria aldo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Luciano per le tue parole che svelano anche a me questo dolcissimo e solare bambino. Benvenuto tra queste pagine.

      Elimina
  13. Dici bene Graziana, ci ritroviamo dopo un anno come se il tempo non fosse passato e riprendiamo da dove avevamo lasciato con un pensiero in più rivolto ad Alessandro, buon Avvento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elettra del tuo riscontro. Intorno al nostro focolare c'è un angelo in più. Sia un lieto Avvento anche per te.

      Elimina
  14. Ciao Graziana che bello questo tuo pensiero...noi non possiamo che regalare il nostro ad Alessandro che continua a sorridere in questi giorni nel cuore di noi tutti. Buon Avvento, Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefania: E' bello risentirvi. E' confortante il nostro esserci e il nostro ritrovarci intorno al focolare, ma con lo sguardo e il cuore verso il nostro Angelo radioso.

      Elimina
  15. Francesca Trisolini1 dicembre 2015 17:01

    Tu sorriderai per sempre nella mia mente e nella mia memoria! Ciao piccolo Ale
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Francesca e lieta di conoscerti.

      Elimina
  16. Il sorriso di Ale ci accompagnerà ed accompagnerà la sua mamma, insegnante anche lei, che assieme al suo papà ed alla sorellina Claudia lo hanno tenuto per mano con forza ed amore immensi.
    Grazie!

    RispondiElimina
  17. Persa un'anima nel mondo nasce una stella in cielo, ma tu, Ale brilli più di tutte le altre.
    Carla Raffaele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carla, grazie per la tua presenza e la condivisione del tuo pensiero.

      Elimina
  18. Mi manchi tanto Ciccio mio ti amo tanto❤️

    RispondiElimina
  19. Bellissimo, complimenti Graziana...apertura lodevole!
    Abbraccio e felice serata. :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pia. E' un piacere ritrovarti carissima. Buona serata anche a te.

      Elimina
  20. Post molto bello, degna inaugurazione del Calendario dell' Avvento!

    RispondiElimina
  21. Sarai la mia forza, il mio coraggio, sarai il mio sorriso perché TU SEI tutto questo.....sarai dunque la parte migliore di me e ti ringrazio del magnifico dono che mi hai fatto. Tua per sempre... Zia Laura��

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura per la condivisione e la testimonianza del tuo amore che avvicina noi tutti al piccolo Ale.

      Elimina
  22. Ci si ritrova,dopo un anno,insieme per ricordare ,insieme per raccontare .Non conoscevo Alessandro,ma lo sto conoscendo adesso, attraverso le parole e l'amore di chi gli è stato vicino.
    Grazie per aver aperto,con questo ricordo ,il cammino di tutti noi verso il magico Evento,con una Stella che sarà da guida.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Chicchina e ben ritrovata. Alessandro è ormai parte di noi grazie all'amore di coloro che lo hanno conosciuto e che hanno voluto testimoniare il suo essere. Ancora Buon Avvento!

      Elimina
  23. Non so chi è Alessandro ma la sua storia mi ha commossa e già mi sembra di conoscerlo...sarà dolce camminare con lui verso un Natale che speriamo sia di pace.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del tuo passaggio Antonella e ben rivista! Sì, una dolcissima presenza di un amore di bimbo verso la pace.

      Elimina
  24. Grande emozione Bravissima Sciarada (mi dispiace non aver partecipato) un bacione
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maurizio; è un piacere trovarti qui. Stai partecipando anche così ... Sarà per il prossimo anno. Ormai è nata una tradizione grazie a Sciarada!

      Elimina