avviso

Alcune immagini contenute in questo blog sono state reperite dalla rete, ove non espressamente indicato il diritto di autore.
Tuttavia, se qualcuno rivendicasse diritti di proprietà, può segnalarlo al mio indirizzo e-mail: provvederei alla immediata rimozione delle immagini stesse.
Lo scorpioncino a destra è stato disegnato da Nicoletta Costa dalla quale ho avuto autorizzazione alla pubblicazione.


martedì 28 giugno 2011

Rivedendo e riascoltando il mio francese 1

10 commenti:

  1. Colpito e affondato!

    Ero adolescente e queste canzoni mi facevano languire. Il musino da castoro di F.Hardy, insieme a quello di Romina Power erano inarrivabili per un timido malinconico adolescente di periferia: puri riflessi della mia anima.

    In fondo, sono ancora un po' così!
    Grazie.

    Giorgio

    RispondiElimina
  2. Sì sì ... pure io non del tutto cambiata.

    Grazie del passaggio e del commento!
    Graziana

    RispondiElimina
  3. Quanti anni sono passsati,ma che bei ricordi,,,

    RispondiElimina
  4. @Costantino
    Basta un dettaglio e quel mondo si rimaterializza nuovamente. Un mondo decisamente meno frenetico ...

    RispondiElimina
  5. Sono un madrelingua francese ma non conoscevo Francoise Hardy, mai sentita. Ma non sono un grande amante delle canzoni :-(

    RispondiElimina
  6. Ho letto il testo della prima canzone ed è bellissimo. Quante cose che non so, questo mondo è davvero pieno di bellezza :-)

    RispondiElimina
  7. Ciao Exodus, negli anni "60 il primo testo impazzava nei jukebox e nei mangiadischi, ma nella versione italiana.
    A parte il tuo non amare le canzoni, come tu dici, forse sei troppo giovane per ricordare Francoise Hardy ;)

    Che molte cose attendono di essere conosciute, questo è verissimo!

    RispondiElimina
  8. Il testo della prima canzone è struggente, e scritto da una ragazzina adolescente.

    Sì, negli anni sessanta non esistevo neppure come prototipo :-)

    RispondiElimina
  9. Tu con le tue canzoni francesi, adesso mi ossessiona, è troppo bella! Eh, si, mi metto pure ad ascoltare canzoni che non ascoltavo neppure da adolescente adesso! Poi mi dicono che il "clic" non esiste, ci vuole niente ad attivarlo, altrocchè!!!!!

    RispondiElimina
  10. Exo, la rete acquista un senso se aggrega le persone e ne potenzia la forza comunicativa. Bella davvero la canzone di F. Hardy, sempre velata da un pizzico di malinconia e assolutamente senza tempo.
    a presto!

    RispondiElimina