avviso

Alcune immagini contenute in questo blog sono state reperite dalla rete, ove non espressamente indicato il diritto di autore.
Tuttavia, se qualcuno rivendicasse diritti di proprietà, può segnalarlo al mio indirizzo e-mail: provvederei alla immediata rimozione delle immagini stesse.
Lo scorpioncino a destra è stato disegnato da Nicoletta Costa dalla quale ho avuto autorizzazione alla pubblicazione.


sabato 18 giugno 2016

Pezzo fantastico



L'ascolto e la riascolto all'infinito mentre riordino casa. Musica ballabile, travolgente.
Semplicemente perché ne colgo solo la superficie...
Rino non ha mai scritto frivolezze. Anche qui c'è un senso, ma io non lo intelligo.

21 commenti:

  1. Non conoscevo questo pezzo di Rino, strano perchè li conosco quasi tutti, ne sono un estimatore come te mi pare di capire: non è detto che il senso che diamo ad una canzone sia uguale per tutti, giocano così tante componenti, il ricordo di un episodio, di un viso...forse qui l'autore racconta solo la solitudine di un amore finito.
    Devo confessarti che frequento il blog di Marina da moltissimop tempo ma è la prima volta che faccio click su un tuo commento e entro qui; avrei dovuto farlo prima, cercherò di recuperare anche perchè il tempo per me è cambiato. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nei pezzi di Rino ci sono metafore potentissime che si celano sotto gli apparenti nonsense o dietro la cosiddetta "normalità". Ma va benissimo così, qualsiasi intellezione non compromette la fresca armonia musicale.

      Circa la seconda parte del tuo commento ti dico semplicemente"Bentornato", è almeno la seconda volta che entri. Io sono lettrice di "Omologazione non richiesta" :-)

      http://ilricordoelamemoria.blogspot.it/2010/06/24-giugno-i-campioni-del-mondo-casa.html

      il link non è attivo ma con un copia/incolla si può
      rimediare.

      Grazie e buona giornata.

      Elimina
    2. Omologazione non Richiesta era il primo blog nato moltissimi anni fa: una stagione felice e produttiva quella di incontri importanti, Marina è una di questi. Omologazione resterà in rete per affetto e ricordo, il blog da cui ti scrivo è un'antologia ( non trovo altro termine) di scritti miei scelti con molta accuratezza. Vorrei lasciare un ricordo pulito di me sui blog.

      Elimina
  2. Tutte le canzoni di Rino fanno riflettere.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero Cavaliere. Grazie e buona estate.

      Elimina
  3. Buon ferragosto, cara Graziana!
    Un caro saluto:)
    Ciao
    Luci@

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Luci@, grazie per avermi pensata. Contraccambio di vero cuore.

      Elimina
  4. Il "senso" non si deve trasmettere, il Grande Artista stimola l'ascoltatore affinchè ello stesso trovi un "senso", tutto suo, personale ... intimo.
    Ogni canzone può quindi avere molteplici significati, uno per ognuno che la ascolta.
    Non ti sforzare per capire cosa Rino volesse dire, dagli il tuo significato ... era quello!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, vale per tutti gli artisti e non solo per i cantautori. Ogni lettore/ascoltatore ricostruisce il suo pezzo. Rino usa volutamente metafore che sconfinano.

      Elimina
  5. Ciao, è un po' che hai smesso di produrre post, stanchezza da connessione? Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Possibile mai che non mi sia accorta di questo commento?
      Non mi è stato notificato dalla posta elettronica :-(

      Stanchezza e basta. Il tempo non mi basta più nemmeno per le cose ordinarie. Sto cercando di potare e di ridurre tutto all'essenziale perché a me questo spazio manca. La tua traccia è un regalo di questa domenica, è un onore stare nel pensiero di chi nota la mia assenza. Interloquire con te è stato sempre "uno spasso" pure per me, tanto per citare le tue parole. Ciao e a presto! L'autunno di solito mi porta bene ...

      Elimina
    2. «Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto nel campo; un uomo lo trova e lo nasconde; poi va, pieno di gioia, vende tutti i suoi averi e compra quel campo. Il regno dei cieli è simile anche a un mercante che va in cerca di perle preziose; trovata una perla di grande valore, va, vende tutti i suoi averi e la compra."


      Il problema è che se non trovi quel campo, o quella perla, non riesci a potare, l'erbaccia (nella mente) ricresce più rigogliosa di prima. non perdere tempo ad eliminare, è una fatica immane e sterile, o meglio fallo come se buttassi la spazzatura.

      Trova il campo, o la perla, che giustifichi tutta una vita senza nient'altro, e "altro" se ne andrà da solo.

      Altrimenti la vita viene divorata da questo modo (oggi sociale, consumistico, capitalistico - ieri, povero e medioevale) di vivere e non c'è posto in cui nascondersi, non esiste.

      Anzi... la felicità sta proprio nella capacità di vivere in questo "castello di pietra" in cui viviamo.

      Prova questo esercizio: invece di cercare di vivere nel meno e nell'ordine, prova ad accettare di vivere nel caos assoluto e vedi come va... Tanto dubito che la differenza sia tanta, cmq veniamo sommersi ogni giorno.

      Cerca la perla e accetta il caos e l'impossibilità di muoversi, aggrappati alla perla. Il resto verrà da sè, un po' come lentamente o in fretta spariscono gli amici d'infanzia o i compagni del liceo, senza sforzo...

      Ciao!

      Elimina
    3. "Aggrappati alla perla...", esortazione pertinente e giusta, me lo hai detto in altri termini e in altri contesti ... La cerco quella perla, non la trovo e non insisto. Poi ricomincio Testaccia dura che sono ... Grazie per avermelo ricordato :-)

      Elimina
  6. "Rino non ha mai scritto frivolezze. Anche qui c'è un senso, ma io non lo intelligo."...

    "E' incredibile il senso che la gente da alle nostre canzoni dicendo che quel senso siamo stati noi a inserirlo dentro le canzoni"

    Ringo Star

    La differenza la fa il cervello che "riceve", molto di più di quello che "trasmette". Ciao!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che dice Ringo Star è supervero, non solo per la musica, ma anche per un libro di narrativa, per un'opera pittorica ... Il nostro senso va sempre oltre le intenzioni dell'autore.

      Nel caso di Rino, secondo alcuni critici, anche dietro le apparenti frivolezze, c'è una precisa volontà metaforica di dire tutt'altra cosa. Se è vero anche in questo pezzo, io no, non lo intelligo per davvero quel senso recondito. Ma non fa nulla. Mi sta bene questa musica travolgente, con la percezione di una velata malinconia.

      Elimina
    2. Io non credo che gli artisti siano consapevoli di quello che predicono, credo invece siano "profetici", ovvero hanno delle "visioni" di dove si va a parare, ma come istinto, spesso i messaggi vengono inseriti nei testi (praticamente) loro malgrado. Non è che vogliono comunicare qualcosa, quanto "raccontare" una visione. Spesso quella si realizza. Ciao!!!!

      Elimina
    3. Concordo in tutto ... Ancora grazie. A presto.

      Elimina
  7. Passo per un rapido saluto. Confesso di non essere ancora in grado di concentrarmi sui testi, quindi di capire cosa sto leggendo e lasciare un commento. Mi dispiace.

    RispondiElimina
  8. Che bella sorpresa, Ambra! Felice ritorno!!. Mi spiace aver letto solo ora... A presto.

    RispondiElimina
  9. Allora ti auguro di tenere sempre a bada il tuo male oscuro.
    Davvero splendida musica travolgente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai non è più oscuro per me. Lo conosco e lo riconosco a distanza, uso i miei rimedi non farmacologici, anche se quando mi prende mi fa soffrire non poco.

      Il mio antico medico di famiglia(mi ha lasciata da molto tempo ormai) soleva dirmi quando ero adolescente: c'è chi nasce avvolto da una corazza invisibile, pensa alla tela jeans, quella rimane intatta pure se scavalchi una siepe di biancospino, tu sei nata avvolta da una tela preziosa, da una seta purissima.Devi andarne fiera perché quella è la tela per i dì di festa. Però tu, per scavalcare la siepe, devi usare qualcosa che tu stessa ti devi procurare, perché quella tela "soffre" per molto meno di una siepe di biancospino ...

      In questo lontano post parlo di me, in tal senso:

      http://ilricordoelamemoria.blogspot.it/2010/08/tristezza-per-favore-vai-via.html

      Copia/incolla, i lmio html scricchiola in questo momento :-(

      Elimina