avviso

Alcune immagini contenute in questo blog sono state reperite dalla rete, ove non espressamente indicato il diritto di autore.
Tuttavia, se qualcuno rivendicasse diritti di proprietà, può segnalarlo al mio indirizzo e-mail: provvederei alla immediata rimozione delle immagini stesse.
Lo scorpioncino a destra è stato disegnato da Nicoletta Costa dalla quale ho avuto autorizzazione alla pubblicazione.


domenica 6 novembre 2011

Un pensiero di solidarietà per la Liguria

Simbolicamente da una grande voce


Aggiungo un brano del grande Faber, scritto in occasione dell'alluvione del 1970 a Genova. Tristi e tragici ricordi, ma l'impavido popolo ligure ce la farà anche questa volta.




Fantastica band ...

12 commenti:

  1. c est une grande tristesse ,une vie de labeur partir en un rien de temps et tout les souvenirs

    RispondiElimina
  2. Da una Genovese un ringraziamento di cuore per questo pensiero di vicinanza!!!
    buona domenica!!!

    RispondiElimina
  3. Grazie Marianna, ho assistito sgomenta e impotente alle scene apocalittiche; auguro al tuo popolo tenace e dignitoso la forza necessara per superare questo difficile momento. Buona domenica anche a te.

    RispondiElimina
  4. Quante colpe ha l'uomo in ogni disastro del territorio, infinite.
    Forza liguri :-))

    RispondiElimina
  5. tdluick: sempre benvenuto tra queste pagine. Dici molto bene: tutto ciò che un popolo laborioso ha prodotto, spazzato via in men che non si dica..

    cosimo: davvero; FORZA LIGURI, siamo con voi!

    RispondiElimina
  6. Mi unisco al tuo pensiero col cuore a pezzi per questa bellissima terra meta di tante vacanze anche delle mie ultime l'anno scorso proprio alle 5 Terre che temo non rivedrò mai più così

    RispondiElimina
  7. Che meraviglia di foto Luigina, e che terra splendida! Speriamo di sì, che torni bella come sempre! Grazie per questa testimonianza Luigina1 Baci.

    RispondiElimina
  8. Cara Graziana ti ho messo solo l'ultima delle escursioni a piedi che abbiamo fatto alle Cinqueterre, la più faticosa anche perché abbiamo dovuto fare il sentiero alto, perché quello che costeggia il mare era chiuso perché in più punti pericoloso e impraticabile a causa di frane e mancata manutenzione. Avevamo un gioiello e ce lo siamo lasciati rubare per incuria dalla furia delle acque. Presto metterò il link delle altre escursioni nelle altre località delle Cinqueterre sul mio blog nell'elenco dei miei album e video preferiti

    RispondiElimina
  9. Verrò a vedere le tue prossime pubblicazioni; come sempre la responsabilità ricade un po' sull'incuria della comunità. Peccato ... Il patrimonio realizzato dalla laboriosità e dalla fatica, andrebbe doppiamente salvaguardato.

    RispondiElimina
  10. graziana, ti trovo fra i followers e ti ringrazio tanto... sono venuta a trovarti e l'aver scoperto questo mondo di blogger..è un regalo che ricevo giornalmente.
    Solo da qualche mese ho aperto il mio blog, prima scrivevo per me...e anche adesso mi dai in regalo la conoscenza di tanta gente semplice, colta, amorevole, generosa... ogni giorno apprendo tanto e mi convinco che c'è tanta gente speciale...grazie a te grazie a tutti..
    Gingi

    RispondiElimina
  11. Mi unisco anch'io al tuo pensiero.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  12. Cara Gingi,
    anche per me è un piacere trovarti tra i miei fallowers, ma soprattutto averti incontrata. Grazie della visita.

    Grazie Cavaliere1 A presto!

    RispondiElimina