avviso

Alcune immagini contenute in questo blog sono state reperite dalla rete, ove non espressamente indicato il diritto di autore.
Tuttavia, se qualcuno rivendicasse diritti di proprietà, può segnalarlo al mio indirizzo e-mail: provvederei alla immediata rimozione delle immagini stesse.
Lo scorpioncino a destra è stato disegnato da Nicoletta Costa dalla quale ho avuto autorizzazione alla pubblicazione.


sabato 2 aprile 2011

Referendum popolare al 12 13 giugno

La petizione, nonostante le migliaia e migliaia di adesioni, non è stata presa in considerazione dal ministro Maroni. Avrà i suoi "buoni" motivi ...
Se non ricordo male però, nel 2009, lo stesso ministro propose l' accorpamento di amministrative ed europee per contenere la spesa pubblica ...

Sono fiduciosa: il quorum sarà raggiunto, anche se le scuole saranno chiuse e le famiglie italiane saranno proiettate nelle vacanze di fine settimane.

SI' all' abrogazione del nucleare!

11 commenti:

  1. Fino a qualche tempo fa ero favorevole. Da qualche mese a questa parte mi continuo ad interrogare. Da prima della catastrofe in Giappone.

    RispondiElimina
  2. Non so se lasceranno che il referendum si svolga. Rischiano di perdere tangenti per 10.000 anni (di stoccaggio rifiuti) è un affare troppo grosso. Dovrebbero fare anche referendum per il ponte sullo stretto e la TAV. Tie', vedi come ti segue l'elettorato.

    RispondiElimina
  3. @Carolina
    Favorevole all' abrogazione o al nucleare? Perdonami ma non ho capito.

    In ogni caso, interrogarsi è cosa giusta; la conoscenza aiuta a costruirsi un' opinione.

    @Exodus
    Ogni volta che attraverso lo stretto per me è un' emozione fortissima; non riesco a profferir parola per tutta la traversata ...
    Solo 15 minuti ... insostituibili

    RispondiElimina
  4. Non ci scordiamo che in data analoga vi è il referendum sulla privatizzazione dell'acqua...dopodichè si passerà alla prepagata per l'aria!
    Che tristezza...:-(

    RispondiElimina
  5. Date un'occhiata a questo orrore:

    http://ansa.it/web/notizie/rubriche/mondo/2011/04/04/visualizza_new.html_1527481235.html


    # Graziana: si passera da 15 minuti a mezz'ora col ponte, però ti ritrovi in mezzo al traffico di Messina. Vuoi mettere la soddisfazione di omologare le condizioni della traversata dello stretto a quelle della tangenziale di Milano est?

    RispondiElimina
  6. Io spero veramente che tutti noi italiani ci svegliamo e sappiamo sfruttare al meglio questa opportunità di esprimere la nostra opinione ... nonostante cerchino in tutti i modi di scoraggiarci. Non è possibile che prima o poi non riusciamo ad alzare la testa e ritrovare il nostro orgoglio ... vero che non è possibile?

    RispondiElimina
  7. Certo che non è possibile Emanuela!

    RispondiElimina
  8. @Graziana le bugie dei nostri governanti hanno le gambe corte e il naso lungo, ma una gran faccia tosta. Spetta a noi smascherarle. Grazie

    RispondiElimina
  9. Fukushima è passata al livello 7 di pericolosità. E' lo stesso livello di Cernobyl. Per tamponare la situazione nei prossimi mesi saranno necessari 10.000 tecnici (ognuno può stare esposto alle radiazioni per un tempo limitato) e non si sa dove trovarli. Chissà che speculazione, che sfruttamento nascerà lì dietro. Ci manderanno i boat people?

    RispondiElimina
  10. @Exodus
    Sì, leggevo in questi giorni la newsletter di Greanpeace ...
    Sono sinceramente sgomenta...

    Ho visionato il video che hai consigliato: di gusto deludente davvero...

    RispondiElimina
  11. Greenpeace implorava di evacuare IMMEDIATAMENTE i 30 km attorno all'area della centrale. Adesso, con un po' di giapponesi rosolati dalle radiazioni, l'IAEA si è decisa a dichiarare i 30 (o 20?) km attorno all'area off limits per i prossimi 20 anni (se è come Cernobyl dovrà rimanere sigillata per 1000 anni). La cosa stupefacente è che L'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità non è presente a Fukushima, nè ha diritto di parola. Può solo ripetere ciò che viene rilasciato dai comunicati dell'IAEA. e PER L'IAEA nonc'è problema. Per l'IAEA i morti di Cernobyl per radiazione accertati sono... 65!

    Secondo alcuni organismi di ricerca i morti causati dall'incidente sono stati sei milioni, continuano, le devastazioni fisiche e psicologiche sono incalcolabili. I sopravvissuti si suicidano. Le donne abortivano per non avere più figli. Secondo l'AIEA i morti sono stati 65. E l'OMS non può dire la sua a causa dei suoi accordi con l'IAEA. Questo è il quadro entro cui si muove l'energia atomica. L'omertà è assoluta e internazionalmente garantita. La "cattiva pubblicità" portata da fukushima sta causando tensioni tra Giappone, Russia e Cina: i piano atomici delle due ultime nazioni possono essere negativamente influenzati dalle misure di sicurezza (tardivamente) prese in Giappone. Siamo carne da macello, ricordiamolo se il referendum si farà.

    Ciao.

    RispondiElimina