avviso

Alcune immagini contenute in questo blog sono state reperite dalla rete, ove non espressamente indicato il diritto di autore.
Tuttavia, se qualcuno rivendicasse diritti di proprietà, può segnalarlo al mio indirizzo e-mail: provvederei alla immediata rimozione delle immagini stesse.
Lo scorpioncino a destra è stato disegnato da Nicoletta Costa dalla quale ho avuto autorizzazione alla pubblicazione.


lunedì 9 luglio 2007

Profumo di lavanda

aggiunta oggi, 18 giugno 2012
Oggi, a un anno e qualche giorno dalla scomparsa del mio papà, decido di togliere dal suo armadio gli ultimi indumenti, quelli che non sono riuscita a toccare fino ad ora.
L' emozione è sempre intensa, però devo farlo ... perché conservare "quelle reliquie", che ogni volta fanno sanguinare una ferita mai chiusa? Preferisco immaginarle addosso ad un ltro anziano: ha più senso.
Il mio papà voglio pensarlo libero dai vincoli terreni, in altri lidi, più elevati, più belli, più accoglienti, senza malattia e senza vecchiaia, luoghi di eterna giovinezza.

Una tragedia a tutte le età perdere i genitori...

Com' è consolante l' odore di lavanda così delicato che viene ad accarezzare le narici...
Quei mazzetti essiccati sono rimasti lì, da ben 13 anni, dall' ultima primavera di mia madre...
La biancheria e gli indumenti ne giovano ancora ... anche questa piccola cosa emana un senso di continuità, di presenza, di carezza, di consolazione...

Nessun commento:

Posta un commento