avviso

Alcune immagini contenute in questo blog sono state reperite dalla rete, ove non espressamente indicato il diritto di autore.
Tuttavia, se qualcuno rivendicasse diritti di proprietà, può segnalarlo al mio indirizzo e-mail: provvederei alla immediata rimozione delle immagini stesse.
Lo scorpioncino a destra è stato disegnato da Nicoletta Costa dalla quale ho avuto autorizzazione alla pubblicazione.


martedì 31 dicembre 2013

Per il 2014 ...

Non aspettare di finire l’università,
di innamorarti,
di trovare lavoro,
di sposarti,
di avere figli,
di vederli sistemati,
di perdere quei dieci chili,
che arrivi il venerdì sera o la domenica mattina,
la primavera,
l’estate,
l’autunno o l’inverno.
Non c’è momento migliore di questo per essere felice.
La felicità è un percorso, non una destinazione. Lavora come se non avessi bisogno di denaro,
ama come se non ti avessero mai ferito e balla, come se non ti vedesse nessuno.
Ricordati che la pelle avvizzisce,
i capelli diventano bianchi e i giorni diventano anni.
Ma l’importante non cambia: la tua forza e la tua convinzione non hanno età.
Il tuo spirito è il piumino che tira via qualsiasi ragnatela.
Dietro ogni traguardo c’è una nuova partenza. Dietro ogni risultato c’è un’altra sfida.
Finché sei vivo, sentiti vivo.
Vai avanti, anche quando tutti si aspettano che lasci perdere.
(Madre Teresa di Calcutta)


Viviamo il Presente sempre ... Intensamente perché quello ci appartiene e di quello possiamo fruire.
Andiamo avanti con positività.

Affinche il nostro Cammino sia anche Buono, è importante che sia festevole e carico di ardore ogni attimo, giorno, mese ... Via pigrizia, tiepidezza, tentennamenti ... All' insegna di queste riflessioni, rinnovo il mio augurio di Buon Cammino!

mercoledì 25 dicembre 2013

Buon Natale!

Pensata per me da mani sapienti, da "giardinieri" per hobbye.... Grazie :)















A tutti coloro che di qui passeranno ...







sabato 21 dicembre 2013

Happy Winter!

Farchie: Fara filiorum Petri (CH) 2005. Foto concessa dal prof. Ivano Placido


















21 dicembre: solstizio d'inverno.
E' il dì più breve dell' anno che segna l' ingresso astronomico dell' inverno.
Ma ad un tempo segna il lento ritorno della luce:  le giornate cominciano ipercettibilmente ad allungarsi.

Semplice ed ovvia considerazione che a me ha sempre affascinato. Ogni fine è al contempo l' inizio di qualcosa di nuovo. E' la ciclicità e la circolarità del tempo. All' osservatore attento, scevro da luoghi comuni, non può sfuggire che persistenze e mutamenti convivono in ogni giorno e in ogni stagione.

Quest' oggi sarebbe stato festeggiato dai popoli antichi come il giorno del ritorno del Sole, con maestosi falò, simbolo della sua luce. Ho sempre amato i riti pagani, non perché io ne assuma religiosamente i contenuti, ma per l' intrinseca profonda religiosità che da essi promana.

Ed in questo senso auguro a tutti un sereno Cammino verso la Luce, nel senso personale che ognuno voglia attribuire a questa accezione.